Abbiamo incontrato Carlos Navarro, presidente e fondatore della Camera di Commercio, Industria, Turismo e Agricoltura Svizzera-Perù e ci ha raccontato come il loro primo progetto fondato tramite STARTUPS.CH, Cafè Los Andes, ha portato alla nascita della camera di commercio.

Il caffè fa ormai parte della nostra quotidianità. È infatti un prodotto che troviamo praticamente ovunque. Tuttavia, in un mondo dominato dalle multinazionali, sono poche le aziende produttrici in grado di assicurare la qualità e la sostenibilità del loro prodotto. Cafè Los Andes, società fondata tramite STARTUPS.CH, va proprio a colmare questa lacuna di mercato, offrendo un prodotto unico nel suo genere. Di seguito vi riportiamo l’intervista avuta con Carlos Navarro, padre del fondatore di Cafè Los Andes e presidente della Camera di Commercio, Industria, Turismo e Agricoltura Svizzera-Perù (CCSP)

1)    Come nasce Cafè Los Andes?

L’idea di iniziare l’avventura Cafè Los Andes nasce 4 anni fa da mio figlio, Jesè. Io e mia moglie ci siamo trasferiti in Italia quando nostro figlio aveva appena 13 mesi ma abbiamo sempre cercato di trasmettergli i valori della nostra terra d’origine, il Perù. Jesè è sempre stato affascinato dalle piantagioni di caffè e dalle loro molteplici caratteristiche. Con il passare degli anni ha quindi iniziato a specializzarsi ed informarsi, trovando a chiedersi spesso quale fosse la provenienza del caffè che stava bevendo, senza però mai ricevere una risposta esaustiva e trasparente. Da qui è nata la volontà di esportare un prodotto unico della nostra terra, attraverso una filiera completamente naturale, con il desiderio che chiunque lo bevesse potesse conoscerne le origini e tutti i passaggi della coltivazione, essiccazione, trasporto, tostatura e confezionamento. “Questo perché ho sempre pensato che per realizzare e condividere il mio sogno con gli altri, dovevo raccontare di un Caffè Gourmet ma, soprattutto, che facesse bene alla salute delle persone, e questo potevo ottenerlo solo attraverso il rispetto della natura e dell’ambiente” (Jesè Navarro).

2)    La concorrenza di grandi marchi è molto forte. In cosa si differenzia Café Los Andes? Cosa rende speciale la vostra azienda?

Cafè Los Andes si distingue principalmente per due caratteristiche: la qualità e la sostenibilità. Fin dal primo momento abbiamo pensato che avere una piantagione di proprietà potesse darci il vantaggio unico di coltivare il nostro caffè seguendo ogni singolo passaggio. Le piantagioni di Cafè Los Andes si trovano nelle valli del Chanchamayo, in Perù, ad un’altezza compresa tra i 1200 e i 2000 metri. A queste alture si coltivano solo monorigini 100% Arabica, che tra le tante caratteristiche presentano di natura anche meno caffeina di qualsiasi altra monorigine mondiale. Le nostre cialde infatti contengono solo 1 g di caffeina su 6.8 g di caffè contro i 3-4 g contenuti nelle miscele classiche sul mercato. Questo permette di degustare il caffè di Cafè Los Andes anche in diverse fasce di orario della giornata senza subire gli effetti della caffeina.

3)    Cafè Los Andes si distingue anche per una particolare attenzione all’ambiente, in che modo?

Dal primo giorno Cafè Los Andes si impegna nella lotta per eliminare tutti i materiali che possono danneggiare l’ambiente e le persone. Nel nostro settore, nello specifico, plastica e alluminio hanno inquinato per decenni il continente e pensiamo che sia arrivato il momento di cambiare definitivamente. Tutta la filiera di Cafè Los Andes è stata studiata ed elaborata in questi anni per adottare processi completamente naturali. Da qui nascono le cialde biodegradabili di Cafè Los Andes. Utilizziamo una carta filtro specifica per un’erogazione fluida, corposa e che può essere smaltita direttamente nell’umido. Cialda biodegradabile per noi significa anche non “nascondere” il caffè in una capsula di plastica o alluminio e poter far rivivere ai nostri clienti non solo il gusto del caffè, ma anche tutti gli aromi attraverso l’olfatto, il tatto e la vista. Arriviamo poi alle nostre macchine, anche in questo caso non potevano non rispettare l’ambiente. In merito abbiamo selezionato e scelto la prima azienda italiana che ha costruito macchine per caffè in cialda completamente in acciaio, con tubature in argento e il serbatoio per l’acqua in vetro. Non ci sono quindi parti plastiche di nessun tipo.

4)    Quali sono state le sfide principali legate alla vostra attività? E in che modo la CCSP vi ha aiutati a superarle?

Le sfide principali sono state adattarsi al territorio e alla legislazione svizzera. Motivo per cui, sempre tramite STARTUPS.CH ho fondato la Camera di Commercio, Industria, Turismo e Agricoltura Svizzera-Perù con l’auspicio di facilitare il rapporto fra le due nazioni e aiutare in futuro altre aziende peruviane che, come Cafè Los Andes, vogliono insediarsi nel territorio svizzero, come pure società svizzere che intendono commerciare o aprire un’attività in Perù. Tramite la CCSP offriamo infatti molteplici servizi ai nostri soci, a partire da eventi di networking fino alla consulenza legale e commerciale. Per quanto riguarda il settore del turismo abbiamo anche in previsione di portare il museo amazzonico-andino a Lugano.

5)    Lei ha fondato entrambe le società tramite STARTUPS.CH e sta attualmente usufruendo dei servizi Findea. In che modo ha potuto beneficiare dei nostri servizi? Lo consiglierebbe ad altri?

Certamente. In particolar modo a tutte le persone che come me, essendo di origine straniera, non conoscono il sistema giuridico e commerciale svizzero. A questo proposito devo ringraziare STARUPS.CH, senza la quale avrei faticato parecchio ad organizzare tutte le pratiche burocratiche necessarie a costituire le società. Lo stesso vale per tutta la parte contabile e fiscale che viene gestita da Findea.

6)    Come si vede fra 5 anni?

Vedo Cafè Los Andes come leader europeo del caffè arabico in diversi settori, sia per quanto riguarda le cialde sia per il caffè in grano. Inoltre con le nuove normative che proibiscono gradualmente l’utilizzo della plastica, le nostre cialde biodegradabili saranno sempre più richieste, così come la nostra filosofia aziendale. Sono molto positivo anche riguardo agli sviluppi della Camera di Commercio in quanto il nostro operato sta suscitando grande interesse sia da parte del governo peruviano, sia da parte di quello svizzero.

La ringraziamo moltissimo per l’emozionante intervista.